Infouil

di Nazzareno Brunozzi

blackrockSta per succedere qualcosa di veramente grosso, ed alcuni come al solito sanno le cose e le sanno prima degli altri e così…

Per illustrare questa mia affermazione devo dare un po’ di dati:

Il mercato obbligazionario mondiale è un colosso da 100 TRILIARDI di dollari, corrispondente grosso modo al doppio di quello azionario;

Le masse di denaro poste in circolo dalla FED e dalla Bank of Japan ha portato a questi tre risultati sul mercato dei bond :

1) Quelli sovrani dell’eurozona sono ai minimi secolari,

2) I tresauries USA hanno avuto rendimenti più bassi degli attuali solo due volte dal 1790,

3) Le obbligazioni sovrane giapponesi hanno addirittura rendimento negativo.

Scott Thiel, uomo che per conto della BlackRock sovraintende ad assets per 100 miliardi di dollari, ha rilasciato un’ intervista alla Reuters in cui ha detto: ”Il mercato sta prendendo troppo per garantito e sicuro l’arrivo di un programma di acquisti obbligazionari sovrani attraverso un Quantitative easing e io penso che invece ci siano molti, molti ostacoli affinché questo avvenga. Se la gente sta comprando debito italiano e spagnolo perché pensa che la B.C.E. stia per ricomprarlo da loro, penso stia facendo un errore”.

BlackRock, oltre ad essere un’istituzione nel campo dell’investimento, è stata scelta due mesi fa dalla B.C.E. come advisor proprio per il programma di acquisto di ABS annunciato giovedì scorso a Napoli, quindi oltre a conoscere come stanno veramente le cose, conosce con ogni probabilità anche la strategia di lungo termine della B.C.E. (soprassiedo sulla riflessione se ci siano i presupposti per un’asimmetria informativa che vede la BlackRock favorita rispetto ad esempio alla Pimco).

La Pimco (il più grande fondo obbligazionario del mondo), che gestisce a livello globale assets per 2 triliardi di dollari, vantava da inizio anno la detenzione di debito ad alto rendimento europeo (tra cui quello di Italia e Spagna), più ampio di sempre e continua a comprare, ma continua anche a perdere soci (guru) fondatori.

Infatti, dopo Bill Gross uscito circa venti giorni fa, è stata la volta di Mohamed El-Erian.

Un caso che invece nello stesso periodo la BlackRock, che con ogni probabilità già dal mese di maggio aveva avuto un abboccamento con l’Eurotower, tagli ai minimi quelle detenzioni di obbligazioni così fruttuose ed apparentemente risk-free, grazie al lavoro di stamperia delle banche centrali?

Chi avrà ragione tra i due colossi mondiali?

Mi permetto di pensare che forse qualcuno ha avuto informazioni importanti prima degli altri e se ne sia servito per operazioni di mercato.

Come al solito, vince l’asimmetria informativa e chi possiede le notizie prima degli altri.. una vecchia storia che si ripete!

Ricordiamoci però che a perdere siamo sempre noi, noi popolo che possiamo vivere in Italia o negli USA oppure in Spagna anziché in Giappone od anche in Grecia o Portogallo, perché le nazioni sono tante, ma il modo con cui dobbiamo pagare lo scoppio di queste bolle economiche create ad arte, è lo stesso in tutto il mondo ed a pagare siamo sempre e solo noi!

Buona giornata


Articolo inserito in Notizie dal territorio


5 Risposte a “B.C.E., BlackRock, Pimco e.. il mercato obbligazionario”

  1. Nazzareno Brunozzi scrive:

    Per rinfrescare la memoria a chi è interessato alle vicende economiche della nostra nazione, posto qui il link di un articolo che scrissi a marzo di quest’anno, in cui parlavo di BlackRock e delle sue operazioni nella borsa italiana.
    http://www.infouil.it/2014/03/31/leconomia-italiana-aggrappata-a-una-roccia-nera/
    Destò in me curiosità lo shopping sfrenato di quei giorni circa l’acquisizione di pacchetti di quote azionarie importanti delle maggiori banche italiane e comunque di titoli riferibili al meglio delle aziende italiane quotate in borsa.
    Tali operazioni prevedevano che il fondo americano divenisse nel giro di alcune settimane primo o secondo azionista di riferimento di almeno cinque tra le principali banche italiane e di conseguenza con voce in capitolo sempre maggiore all’interno di Bankitalia. Quanti di Voi capirono il pericolo che con l’articolo cercai di evidenziare?
    Sperai anche in un intervento da parte della Cassa Depositi e Prestiti e magari con l’aiuto delle Casse Previdenziali di giocare una partita alla pari col colosso americano, ma come al solito la politica italiana si è girata dall’altra parte facendo finta di non vedere e lasciando tutto in mano agli alleati.
    Ora mi chiedo, rispettosamente per carità,(ho troppa stima per un popolo che ha sacrificato migliaia e migliaia di suoi figli per venirci in aiuto a salvarci dai nazifascisti, e per ricordarmelo sempre e per meglio digerire certe cose che altrimenti sarebbero troppo indigeste, mi reco spesso al Cimitero Americano di Nettuno, per ricordare che se ora la fanno un pò “da padroni”, dopotutto glie lo possiamo e dobbiamo concedere), comunque Alleati significa essere sullo stesso piano, anche quando ci sono decisioni serie ed importanti da prendere, senza sottrarsi agli impegni e senza far finta di non vedere, perché se no si diventa SERVI!

  2. Nazzareno Brunozzi scrive:

    Scusate, ma siccome alcuni fanno finta di non capire, mi spiego meglio: BlackRock è divenuto azionista di riferimento di cinque o forse più banche italiane importanti e di conseguenza con voce in capitolo nelle decisionio di Bankitalia,oltre ad essere azionista di una miriade di aziende quotate in borsa.
    Oggi, suoi uomini, dicono che comprare obbligazioni sovrane,anche italiane, non è un buon affare in quanto probabilmente la B.C.E. non interverrà nell’acquisto di queste ultime.
    Mi chiedo cosa succederà qualora i titoli di stato italiani non divenissero appetibili e quindi per farli acquistare si dovesse procedere nuovamente ad aumentare i tassi di interesse da dover corrispondere agli investitori ed in quel caso cosa decideranno gli uomini di BlackRock come intenderanno muoversi e quale sarà il loro peso nelle decisioni del mondo finanziario ed economico italiano e quindi conseguentemente sul Governo di questo Stato?
    La loro presenza massiccia nel tessuto finanziario e produttivo sarà messa a disposizione dell’Italia …..oppure?

  3. Nazzareno Brunozzi scrive:

    qui un link dove c’è un articolo interessante:
    http://www.rischiocalcolato.it/2014/10/ohh-poffarre-unicredit-piooneer-shorta-debito-pubblico-italiano-colpa-dei-tedeschi.html
    Ricordo a chi se lo è dimenticato che Unicredit ha come azionario di riferimento proprio BlackRock che ne detiene un pacchetto vicino all’8%.
    Sarà un caso?
    Oppure?

  4. Nazzareno Brunozzi scrive:

    Alcuni dati: crollo delle borse del 15/10/2014
    borsa di Milano bruciati 20 miliardi,
    borse Europa bruciati 280 miliardi,
    borse del mondo bruciati 600 miliardi!
    Tutto in un giorno, poi non ci sono i soldi per le aziende e per le famiglie.
    Non sarà il caso di rivedere e cambiare questo sistema finanziario?
    Pensateci sù, intanto buiona giornata a tutti.

  5. Nazzareno Brunozzi scrive:

    Vi consiglio di leggere questo articolo:
    http://www.quifinanza.it/8870/soldi/troika-prelievo-forzoso-fanno-paura-in-fuga-dall-italia-67-miliardi.html
    mentre noi cittadini normali siamo chiamati a fare sacrifici enormi avendo come ricompensa anche il taglio dei servizi, dall’altra parte altri “cittadini italiani”stanno portando fuori dall’Italia i loro soldi, togliendoli al paese, eludendoci le tasse e facendoci precipitare ancora di più nel baratro.
    Altro interessante articolo che evidenzia come in Italia ci siano moltissimi controsensi tra la realtà delle cose e quello che appare dalle statistiche: http://www.wallstreetitalia.com/article/1753709/paradossi-italiani-italia-terza-al-mondo-per-ricchezza-mediana.aspx,
    Se in tanti facciamo fatica ad arrivare all’inizio del mese, visto il blocco dei salari, e tanti commercianti, artigiani e piccoli industiali chiudono in quanto non riescono a rimanere nel mercato, come si spiegano le ricchezze medie riportate dall’articolo?
    Soldi della malavita, oppure a pagare le tasse sono soltanto e sempre i poveri……? cioè noi!
    RIFLETTETE e che una buona volta anche i sindacati si sveglino!

Lascia un commento


− 3 = zero

Templatesbrowser.com